L’importanza della motivazione personale

Assistiamo spesso al successo di persone che hanno tra i maggior pregi motivazione e determinazione, mentre capita di vedere persone con qualità spiccate e innate che arrancano, perché svogliate e non motivate. Anche senza farci caso vediamo molto spesso grandi esempi di motivazione, sia nello sport, che nel mondo dell’economia o della televisione. Ma anche nelle nostre conoscenze ci sarà sicuramente qualcuno che spicca per motivazione e che ha ottenuto risultati consistenti nel lavoro o in altri campi, come ad esempio nel fitness o in un hobby, molto spesso suscitando le invidie di molti.

La motivazione può essere distinta in due tipologie, una che viene dall’interno, dall’individuo stesso, e un’altra che si origina dall’esterno. Possiamo esemplificare agilmente come segue:

mi spendo in questa attività perché mi piace, mi interessa, mi gratifica, voglio migliorarmi nel praticarla, diventare sempre più abile e pratico

non mi piace questa attività, è pesante, noiosa, ma mi porterà dei benefici (economici, sociali, di salute, ecc.) , mi impongo di farla

Il primo è un caso di motivazione cosiddetta intrinseca, cioè che viene dall’interno, mentre la seconda è un esempio di motivazione estrinseca, che proviene quindi dall’ambiente che circonda l’individuo. Anche chi lavora, per esempio, in un ambito come Roma onoranze funebri Montesacro può trovare una solida e convincente spinta nel suo settore. In molti casi la motivazione di un soggetto è un mix delle due componenti sopra citate. Quando la motivazione intrinseca è prevalente, senza dubbio è più facile e piacevole per un soggetto raggiungere i propri obiettivi.

Motivazioni e assenza delle stesse

E per quanto riguarda le persone apparentemente prive di alcuna motivazione?

Senza dubbio alcuni soggetti per così dire peccano di motivazione: non ne hanno abbastanza o addirittura ne hanno molto poca. Magari non sono ben inquadrati come individualità nella vita che vivono. In un certo senso è banale che senza avere una sufficiente conoscenza di sé, senza aver definito cosa si vuole sia a breve che a lungo periodo, riesce difficile coltivare la motivazione.

Si è motivati quando si crede e si desidera qualcosa. Se non si hanno le idee chiare su ciò che si vuole fare o raggiungere, difficilmente si potrà trovare una spinta motivazionale forte all’interno di noi. Per così dire, la motivazione aiuta a percorrere una strada, il sentiero del proprio percorso di vita. Serve però aver stabilito ed essere sicuri di quale sia la destinazione.

Il genere umano si distingue dagli altri esseri viventi per una marcata componente di autodeterminazione e tendenza al miglioramento, anche se questi aspetti variano molto da persona a persona, ma anche nella vita di uno stesso soggetto in età diverse.

eiffel parigi

Traduttore italiano francese, meglio l’automatico di google o il professionista?

Hai bisogno di un traduttore italiano francese? Ci sono occasioni in cui una traduzione dall’italiano al francese è necessaria:

  • Un curriculum vitae
  • Un catalogo di prodotti o servizi
  • Manuali
  • Un accordo contrattuale
  • Testi di un sito web

Purtroppo, spesso per pigrizia o fretta, o anche solo per risparmiare tempo e soprattutto denaro, ci si affida al traduttore automatico di Google. Così come avviene con le calzature Ancora, anche in questo ambito i risultati possono risultare buoni o meno. Di seguito proporremo alcune più che valide considerazioni in merito.

Come traduce il traduttore automatico di Google?

Il vantaggio del traduttore automatico di Google è la sua velocità: in pochi secondi ci restituisce la versione tradotta dall’italiano al francese.

Purtroppo si tratta di una versione francese piena di errori e imprecisioni. Ma non solo: traducendo una lettera o un accordo commerciale o, meglio ancora, un contratto di lavoro o comunque un documento legale, il più delle volte otterrai un documento con un lessico sbagliato.

Il traduttore di Google, sia in questo tipo di traduzioni sia in traduzioni specialistiche, restituisce spesso un lessico non appropriato, perché non riesce a distinguere l’ambito specifico del testo da tradurre e di solito impiega termini non corretti e comunque non contestualizzati, compromettendo quindi buona parte della comprensione del documento tradotto.

Non possiamo rischiare brutte figure con un cliente presentando una versione francese mal tradotta del nostro documento o, peggio, guai legali futuri o anche una semplice cattiva impressione con un potenziale datore di lavoro.

Affidati a un traduttore italiano francese professionista

Lascia perdere fretta e pigrizia, risparmia quando davvero serve. Per questioni importanti, come quelle mostrate negli esempi, è sicuramente meglio affidare il lavoro di traduzione a un traduttore professionista italiano francese, meglio ancora se madrelingua.

L’ideale è anche trovare un traduttore specializzato nell’ambito dei testi di cui abbiamo bisogno:

  1. Traduzioni legali
  2. Traduzioni tecniche (manuali, ecc.)
  3. Traduzioni commerciali o medico-scientifiche

Perché un traduttore specializzato in quei contesti conosce perfettamente la nomenclatura e sa, meglio di altri traduttori, come affrontare certe traduzioni.

Un traduttore professionista specializzato in traduzioni dall’italiano al francese ha maturato una certa esperienza e la precisione delle sue traduzioni ti darà un vero e proprio capolavoro, tanto che i testi sembreranno scritti originariamente in francese.

Traduzioni dall’italiano al francese: meglio Google o un professionista?

Hai appena letto la differenza fra le 2 traduzioni. Ma puoi anche fare una prova del 9: confronta i testi tradotti come esempio nei siti di qualche traduttore professionista con le stesse traduzioni che otterrai con il traduttore automatico di Google.

Ti basterà a convincerti che la scarsa qualità di quelle traduzioni così immediate non può essere presentata a un qualsiasi pubblico.